giovedì 2 novembre 2017

BISCOTTI AL COCCO



Sul web le ricette per i biscotti al cocco sono innumerevoli, ci sono per biscotti morbidi, per biscotti secchi, senza farina, senza uova, senza burro, solo con albumi, senza cottura ecc ecc... questi invece hanno uova, farina, burro e vanno cotti, ma vi assicuro che sono squisiti e con una tazza di the ancora di più




Ingredienti per 20 biscotti circa:

150 g farina 
100 g burro
1 tuorlo
50 g zucchero
80 g farina di cocco
1 cucchiaio di latte
un pizzico di sale

Per la finitura:

20 g zucchero di canna
1 albume


Procedimento:

Si può usare un robot o la planetaria con la foglia oppure anche a mano in una ciotola, sono estremamente semplici da preparare.
Unire tutti gli ingredienti ad esclusione del latte e latte e lavorare fino ad ottenere un impasto sabbioso.
Aggiungere il cucchiaio di latte e se occorre anche un altro fino a formare una palla compatta .
Avvolgere in pellicola e trasferire in frigorifero a stabilizzare per almeno un'ora.
Stendere ad un'altezza di circa 5 o 6 mm coppare i biscotti nella forma che preferite, spennellare con albume sbattuto e spolverare con zucchero di canna.
Infornare a 180° per 18/20' e non fare colorire troppo.


giovedì 26 ottobre 2017

BISCOTTI "BISCOLATTE"





Un'altra ricetta del Maestro Montersino, biscotti che sanno di latte, nome più che mai azzeccato biscolatte!



Ingredienti:

485 g farina per dolci
200 g zucchero
200 g burro
65 g amido di mais o riso
85 g uova (un uovo e un tuorlo)
40 g panna
20 g sciroppo di glucosio
2 g sale
4 g lievito
1 bacca di vaniglia


Esecuzione:

Montare il burro con lo zucchero poi uno alla volta inserire le uova poi il sale la panna e la vaniglia.
Ora incorporare le farine setacciate con il lievito e l'amido .
Far riposare in frigorifero avvolto in pellicola per 1 o 2 ore poi sparare con la sparabiscotti o stendere e coppare con le formine a piacere.
Infornare a 200° fino a leggera coloratura.



sabato 21 ottobre 2017

PANINO LIBANESE CON MELANZANA PUNTARELLE E SALSA PEPERONE E OLIO ALLA MENTA







L'abbiamo chiamato panino libanese per i vari tipi di verdure impiegati, ma lo possiamo definire a tutti gli effetti un panino vegetariano.






Ingredienti per 8 panini:

Per burger:
2 melanzane
1 uovo
olio extravergine di oliva
origano
aglio
q.b. di sale e pepe

Per la salsa di peperone:
1 peperone rosso
1 cipolla bianca
olio extravergine di oliva
q.b. di sale e pepe

Per l'olio alla menta:
olio extravergine di oliva
10 foglie di menta

Per il montaggio:
8 panini al pomodoro
puntarelle lavate e tenute in acqua e ghiaccio

Procedimento:

Lavare le melanzane e tagliarle a quadrotti.
In una larga padella fare scaldare 2 cucchiai di olio e unire le melanzane facendole saltare a fuoco alto; aggiungere un bel pizzico di origano, sale e pepe e portare a completa cottura.
Lasciare raffreddare poi schiacciare con una forchetta per rendere il composto un poco più omogeneo e aggiungere l'uovo per creare un composto abbastanza morbido da poter spalmare.
Riempire degli stampini da muffin ad una altezza di circa cm 1e1/2-2 ed infornare a 200° per 15/20' o fino a quando si sarà formata una bella crosticina.
Nel frattempo lavare e tagliare il peperone e la cipolla, far scaldare 2 cucchiai di olio in una larga padella e fare sudare la cipolla poi aggiungere il peperone, regolare di sale e pepe e lasciare cuocere.
Frullare con frullatore ad immersione e tenere da parte,
In un mortaio oppure con un frullatore pestare le foglie di menta con l'olio, filtrare e condire le puntarelle
Tagliare i panini.
Ora tutto è pronto per il montaggio:
Prendere il pane, appoggiare l'hamburger, mettere un cucchiaino abbondante di salsa di peperone, alcune puntarelle.
Chiudere con la parte superiore del panino lasciando intravedere l'interno.
Servire con un cucchiaio di salsa di peperone di accompagnamento.

PANINO GIAPPONESE CON TARTARE DI TONNO, WASABI E DAIKON




Il Giappone nel panino, o meglio, il "giapponese" nel panino...

Solo pochi ingredienti, ma di eccellente qualità!

Tonno crudo, ma sanificato con l'abbattimento, wasabi originale e daikon freschissimo...



Ingredienti per 8 panini:

400 g filetto di tonno abbattuto
1 radice di daikon
salsa wasabi
4 cucchiai di olio extravergine
4 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di erba cipollina
15 olive taggiasche
un pizzicotto di origano
semi di sesamo (facoltativi)
8 panini classici per hamburger (la ricetta qui)


Procedimento:


Tritare le olive e tagliare l'erba cipollina (mai tritarla).
Prendere il tonno, ridurlo a striscioline, poi a quadrettini il più piccoli possibili e sistemarlo in una ciotola con la cipollina, le olive, l'olio, la salsa di soia, i semi di sesamo e l'origano, regolare di sale (io non lo metterei per la presenza della salsa di soia) e rimescolare bene per fare insaporire.
Coprire e fare riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Nel frattempo pelare il daikon e passarlo dalla grattugia a fori larghi.
Riprendere il tonno che si sarà ben insaporito e con l'aiuto di un coppapasta fare 8 hamburger pressandoli bene per far si che rimangano insieme.
Ora componiamo il panino: Tagliare il pane, appoggiare la tartare, un ciuffetto di daikon e richiudere con l'altra metà, il wasabi io lo servirei sul piatto a parte poiché il suo gusto così pronunciato non è da tutti gradito.

giovedì 19 ottobre 2017

MUFFINS CON CROCCANTE DI MANDORLE E MUESLI

Ancora un muffin leggero, ma non manca il gusto e il CROCCANTE DI MANDORLE gli dona un piacevole crunch


Ingredienti:

250 g farina per dolci
1 cucchiaio da the di bicarbonatonnn
1/4 di cucchiaino di sale
1 uovo
250 ml di latticello o yogurt
75   ml olio vegetale
175 g di zucchero
50 g muesli croccante
50 g croccante di mandorle (la ricetta qui)

Procedimento:

Unire tutti gli ingredienti secchi e unirli a quelli umidi, poi aggiungere il muesli, il croccante e dividere l'impasto negli stampini imburrati.
Infornare a 225° per 25'.
Vale, come sempre, la prova stecchino.

mercoledì 18 ottobre 2017

BISCOTTI AL PISTACCHIO E RISO



Senza glutine non vuol dire senza sapore, questi biscotti sono una favola, la farina di riso dona loro una friabilità particolare e quella di pistacchi di Bronte da un sapore che ti riempie la bocca...






Ingredienti per 20 biscotti circa:

200 g farina di riso
130 g burro di buona qualità
130 g zucchero a velo
60 g farina di pistacchi
2 cucchiai di granella di pistacchi
1 tuorlo + 1/2 uovo
un pizzico di sale

Procedimento:

Montare il burro con lo zucchero e il sale fino a farlo diventare bianco, aggiungere poco alla volta sempre montando con le fruste, il tuorlo e il mezzo uovo sbattuti.
Ora con una spatola unire la farina mescolando delicatamente.
Raccogliere l'impasto, che risulterà morbido, in carta forno e trasferire in frigorifero a stabilizzare per minimo un'ora.
Scaldare il forno a 190°, riprendere l'impasto e fare delle palline grandi quanto una noce e "pucciarle" nella granella di pistacchi.
Adagiarle su una placca ricoperta di carta forno e cuocere per 20/25'






lunedì 16 ottobre 2017

BONTA' ALLA NOCCIOLA







Ancora un biscotto da fare e rifare... cioccolato gianduia che avvolge la bocca e la nocciola che torna anche qui.


Ingredienti:

180 g farina per dolci
115 g burro
80 g nocciole
100 g zucchero di canna
1 bacca di vaniglia
6 g backing
100 g cioccolato gianduia
1 uovo

Esecuzione:

Tritare nel mixer  metà delle nocciole  con un cucchiaio di zucchero, aggiungere l'uovo, il burro e lo zucchero rimasto. Aggiungere la farina setacciata con il  lievito e la vaniglia. Avvolgere in pellicola e riporre in frigorifero per un'ora.
Tritare grossolanamente le  nocciole avanzate, riprendere l'impasto e fare delle palline della grandezza di una noce, passarle nella granella e sistemarle su una teglia ricoperta di carta forno premendo al centro formando un avvallamento.
Cuocere a 180° per 11'. Lasciare raffreddare e riempire il centro con
il cioccolato fuso e decorare con mezza nocciola.







venerdì 13 ottobre 2017

POLLO CAJUN CON VERDURE E YOGURT





Se vi piace il piccante ma non troppo questa è la ricetta giusta.

Tipico della cucina della Louisiana, ottimo se accompagnato da un riso basmati.

Semplice nella preparazione e con ingredienti di normale reperibilità nei supermercati.


Ingredienti per 6 persone:

6 sovra cosce di pollo o 800 g di petto di pollo in grossi pezzi
1 cipolla
1 peperone rosso 
1 peperone verde, 
1 cucchiaino di basilico secco
3 cucchiai di spezie cajun (qui la ricetta)
3 cucchiai di farina
1 cucchiaio di paprika dolce
1 peperoncino
300 ml di brodo vegetale
1 vasetto di yogurt greco
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale

Procedimento:

Se si hanno le sovra cosce è meglio togliere un po di pelle e tagliarle in 4 pezzi lasciando anche il pezzo con l'osso, per me rimane più saporito.
Mescolare le spezie cajun con la farina, il basilico secco e la paprika e massaggiare con il composto la carne, lasciare a marinare in frigorifero per almeno un'oretta.
In un largo tegame mettere l'olio e far rosolare il pollo da tutte le parti, poi scolarlo e tenerlo in caldo.
Nello stesso tegame far rosolare il peperone verde e la cipolla che avrete tritato grossolanamente, il peperone rosso tagliato a dadi abbastanza grossi e il peperoncino a rondelle.
Adagiare sopra le verdure la carne rosolata tenuta da parte, aggiungere il brodo caldo e continuare la cottura per circa 40' aggiungendo sale e brodo se occorre.
Ora versare lo yogurt e continuare la cottura ancora per una ventina di minuti.
Si può servire con riso basmati cotto al vapore oppure con crostoni di pane casereccio tostati.

SPEZIE CAJUN



Si tratta di un insieme di spezie tipico della popolazione Cajun (popolazione della Louisiana francese) per carni, pesce e verdure.

Molto profumato e saporito, si può adattare dosando il peperoncino, anche ai palati che non gradiscono tanto il piccante.

Diventa un buonissimo rub per un BBQ estivo, ma anche un perfetto mix per una gustosissima jambalaya.


Ingredienti:

3 cucchiai di paprika dolce
2 cucchiai di sale fino
1 cucchiaio di peperoncino di cayenna in polvere
1 cucchiaio di cipolla essiccata
1 cucchiaio di aglio in polvere
1 cucchiaio di origano secco
1 cucchiaio di timo
1/2 cucchiaio di pepe nero in polvere
1/2 cucchiaio di pepe bianco in polvere


Preparazione:

Mischiare il tutto e, se volete, tritare ulteriormente.
Conservare in vasetto di vetro con chiusura ermetica per preservare gli aromi-

sabato 29 luglio 2017

PANINO AMERICANO CLASSICO CHEESEBURGER CON POMODORO CIPOLLA E INSALATA



Ecco il classico dei classici: hamburger, formaggio, pomodoro, cipolla e insalata.

Ma da senz'altro 10 punti a quello del Mc, carne fassona piemontese e formaggio di qualità.

La carne è il fulcro di tutto, ci vuole una macinata non già pronta, ma macinata sotto i vostri occhi dal macellaio di fiducia.Io ho scelto la parte della spalla, che ha anche una parte di grasso, di una fassona piemontese.


Vediamo come realizzarlo:


Ingredienti per 8 panini:

Per gli hamburger:

800 g carne trita di fassona
q.b. sale e pepe
8 fette di pomodoro ben maturo
8 rondelle di cipolla bianca
8 fette di ceddar
8 foglie di insalata
salsa barbecue
8 panini ai semi di sesamo (trovate la ricetta qui)

Procedimento:


Per prima cosa condire la carne con sale e pepe se volete anche semi di cumino, fare 8 polpette, appiattirle un po' e tenete da parte.
Lavare il pomodoro, togliere i semi interni senza romperlo e affettare a circa 1 cm.
allo stesso modo fare con la cipolla, ma grigliatela sulla piastra dove poi cuocerete gli hamburger e tenete da parte.
Tagliare il pane, scaldarlo sulla piastra ancora calda (prenderà il sapore della cipolla appena grigliata) e disponetelo in fila pronto per ricevere l'imbottitura.
E' importante avere tutti gli ingredienti pronti per poi servire tutti insieme.
Grigliare sulla piastra gli hamburger lasciandoli belli succosi.
Ora possiamo comporre: prendere il pane, adagiare il burger di fassona, una fetta di cipolla grigliata, una foglia di insalata, una fetta di pomodoro, il formaggio e la salsa barbecue e coprire con l'altro mezzo panino.





sabato 17 giugno 2017

PANE SEMINTEGRALE COTTO IN PENTOLA (ricetta di Massimo Morgia)




Con questa cottura in pentola il pane sembra proprio cotto nel forno a legna come dice Massimo Morgia che è l'autore della ricetta.


In origine questa ricetta prevedeva il lievito madre, ma si può realizzare anche

con il lievito di birra riducendo i tempi di lievitazione e riposo.

Sotto la ricetta con lievito di birra.



Ingredienti per una pentola diam 18/20 cm:



100 g farina petra 1 o altra farina tipo 1 macinata a pietra
100 g farina petra 9 o integrale
100 g semola rimacinata di grano duro
5 g lievito di birra
190 g acqua
1 cucchiaino 
malto d'orzo liquido o miele
5 g sale iodato

Unire 25 g di acqua al lievito e a 50 g di farina tipo 1 e fare un poolish, lasciare crescere  e nel frattempo mettere la farina rimanente in autolisi con quasi tutta l'acqua della ricetta. Questo per idratare meglio la farina ed avere un'alveolatura migliore.

Al raddoppio del lievito circa 3/4 ore unirlo alla farina aggiungere il resto dell'acqua il malto e il sale. Fare incordare. Lasciare per un ora nella ciotola della planetaria coperto.
Riprendere l'impasto e lavorarlo un pò a mano e metterlo a lievitare in un contenitore infarinato. Al raddoppio prendere l'impasto sgonfiarlo leggermente e fare la forma di filone o a pagnotta rimettendolo a lievitare di nuovo, con la chiusura in basso.
Nel frattempo scaldare la pentola con il coperchio in forno alla massima temperatura 250 gradi. 
Togliere il coperchio ribaltare l'impasto nella pentola bollente cospargere di semi di sesamo o altri a piacere o lasciatelo naturale, coprire e infornare.
Cuocere per 30/40' sempre a 250 gradi. 
Trascorso il tempo, togliere il coperchio e continuare la cottura a 190 gradi per altri 10/15' circa, fino a doratura. 
Sfornare, togliere dalla pentola e fare raffreddare su una gratella. 
































lunedì 5 giugno 2017

PANINO MESSICANO CON BURGER DI TACCHINO, PEPERONE VERDE,SALSE ROSSA E BIANCA

Un panino dedicato al Messico che richiama i sapori piccanti ed intensi di quella terra, abbinato ad un pane ai semi di papavero.

Vediamo come realizzarlo:


Ingredienti per 8 panini:

Per gli hamburger:

400 g petto di tacchino
30 g senape
80 g burro
5 g succo di limone
5 g prezzemolo tritato
200 g uova intere

q.b. sale e pepe

Per la salsa rossa:


300 g di passata di pomodoro
1 cucchiaio di aceto
3 cucchiai di olio extravergine
1 cucchiaino di cumino in semi
peperoncino q.b.

Per la salsa bianca:

250 g formaggio philadelphia
1 vasetto di yogurt intero non zuccherato
1 mazzetto di erba cipollina
sale rosa q.b.
pepe rosa pestato nel mortaio q.b.

Per la finitura:

1 peperone verde
8 panini ai semi di papavero (la ricetta qui)

Procedimento:

Per prima cosa pulire il tacchino dai filamenti di grasso e tritarlo in un cutter con sale,pepe, il burro, il succo di limone, il prezzemolo e la senape.
Non ridurre il tutto in poltiglia, ma lasciare grossolano, trasferire in una ciotola, poi aggiungere le uova e amalgamare bene.
Distribuire il composto nello stampo da muffin ad un'altezza di circa 1.5 cm, crescerà in altezza per effetto dell'uovo, ed infornare a 200° per 10/15'.
Lasciare raffreddare e tenete da parte.
Per la salsa rossa mettere un tegame sul fuoco e far tostare i semi di cumino che sprigioneranno al meglio il loro aroma, poi aggiungere il pomodoro, l'aceto e il peperoncino (sarete voi a decidere il risultato finale per quanto riguarda il grado di piccantezza) e lasciare sobbollire una mezz'oretta a fuoco medio.
Per la salsa bianca semplicemente mescolare il formaggio, lo yogurt, il sale rosa, il pepe rosa ben sminuzzato e l'erba cipollina tagliuzzata. Riporre al fresco fino all'utilizzo.
Lavare il peperone, togliere i semi interni senza romperlo e affettare sottilissimo.
Ora possiamo comporre: prendere il pane, tagliare, adagiare il burger di tacchino, una fetta di peperone, un cucchiaino di salsa rossa e uno di salsa bianca.
Servire con un cucchiaino di salse a fianco per chi ne gradisce in più.






PANE PER HAMBURGER CON SEMI

Un semplice panino da hamburger da personalizzare e colorare con semi salutari.
Vediamo cosa occorre e come procedere nella realizzazione di questi panini.



Ingredienti per circa 15 pezzi:

375 g farina forte per lievitati
185 g latte
50 g uova (1 uovo)
100 g burro
30 g latte in polvere
10 g lievito di birra
7 g sale
5 g malto 
15 g zucchero
semi di sesamo, papavero, sesamo nero

Esecuzione:

Mettere nella ciotola della planetaria la farina setacciata, il lievito, le uova, il malto, lo zucchero, il latte in polvere e quasi tutto il latte ed azionare la macchina con il gancio.
Quando si sarà formato l'impasto aggiungere il rimanente latte poco per volta.
A questo punto aggiungere il burro morbido a piccoli fiocchi e non aggiungerne se il precedente non è ancora assorbito senza mai perdere l'incordatura.
Ora aggiungere il sale e continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto bello liscio.
Togliere dalla ciotola, arrotondare e mettere in contenitore coperto con pellicola ed attendere il raddoppio, impiegherà circa 2 ore.
Porzionare a 50 g e pirlare le palline; inumidire la parte superiore e spolverarle con i semini che più vi piacciono e lasciare lievitare per circa 40'.
Infornare a 130° con vapore per 3', alzare a 220° sempre con vapore per 7' poi  abbassare a 160° per 3', infine a 150° per 5'.
I tempi e le temperature di cottura sono molto soggettive e dipendono sempre dal tipo di forno.
Se messi in sacchetti di plastica si mantengono per 2 giorni, altrimenti si possono mettere in freezer e con pochi secondi al microonde saranno come appena sfornati.







domenica 4 giugno 2017

PANINO SVEDESE CON TARTARE DI SALMONE, FINOCCHIO MARINATO E PANNA ACIDA

Un panino dedicato alla Svezia che richiama i sapori forti di quella terra, abbinato ad un pane nero, non di segale, ma con carbone vegetale.

Vediamo come realizzarlo:


Ingredienti per 8 panini:

400 g filetto di salmone abbattuto
1 finocchio
200 cc panna acida
1 arancia
buccia di limone
pepe rosa
q.b. di sale
8 panini al carbone (la ricetta qui)


Procedimento:

Per prima cosa tagliare il salmone a listarelle poi a dadini, mi raccomando acquistatelo abbattuto o tenetelo per 72 ore in freezer per scongiurare il famigerato anisakis.
Trasferirlo in una ciotola, poi condirlo con pepe rosa e buccia di limone e arancia. Coprire e
riporre al fresco fino all'utilizzo.
Nel mentre affettare sottilissimo il finocchio e fare marinare per una mezz'oretta in succo di arancia e aneto o finocchietto selvatico.
Ora possiamo comporre: prendere il panino al carbone, posterò la ricetta, ma è molto semplice ho aggiunto 4 g di carbone vegetale acquistato in farmacia ogni 500 g di farina dell'impasto dei panini per hamburger, Tagliare, adagiare la tartare di salmone pressata a mo di polpetta schiacciata, una fetta di finocchio scolato dalla marinatura, un cucchiaino di panna acida e una spolverizzata di sale nero.
Servire con un cucchiaino di panna acida a fianco per chi ne gradisce in più.





PANE AL CARBONE PER HAMBURGER





Un semplice panino da hamburger, ma con un ingrediente insolito che a me piace molto: il carbone vegetale.
Si reperisce facilmente in farmacia e, siccome ne va usato pochissimo, ci durerà tanto.
Vediamo cosa occorre e come procedere nella realizzazione di questi panini.



Ingredienti per circa 15 pezzi:

375 g farina forte per lievitati
185 g latte
50 g uova (1 uovo)
100 g burro
30 g latte in polvere
10 g lievito di birra
7 g sale
5 g malto 
3 g carbone vegetale
15 g zucchero

Esecuzione:

Mettere nella ciotola della planetaria la farina setacciata con il carbone vegetale, il lievito, le uova, il malto, lo zucchero, il latte in polvere e quasi tutto il latte ed azionare la macchina con il gancio.
Quando si sarà formato l'impasto aggiungere il rimanente latte poco per volta.
A questo punto aggiungere il burro morbido a piccoli fiocchi e non aggiungerne se il precedente non è ancora assorbito senza mai perdere l'incordatura.
Ora aggiungere il sale e continuare a lavorare fino ad ottenere un impasto bello liscio.
Togliere dalla ciotola, arrotondare e mettere in contenitore coperto con pellicola ed attendere il raddoppio, impiegherà circa 2 ore.
Porzionare a 50 g e pirlare le palline e lasciare lievitare per circa 40'.
Infornare a 130° con vapore per 3', alzare a 220° sempre con vapore per 7' poi  abbassare a 160° per 3', infine a 150° per 5'.
I tempi e le temperature di cottura sono molto soggettive e dipendono sempre dal tipo di forno.
Se messi in sacchetti di plastica si mantengono per 2 giorni, altrimenti si possono mettere in freezer e con pochi secondi al microonde saranno come appena sfornati.